LE BELLE DAMIGELLE

Giovani e belle: sembrerebbe una selezione per hostess di aereo o di fiere invece è quanto contenuto in un bando pubblico scritto dal comitato repubbliche marinare, un ente di emanazione comunale che, a Pisa, sovrintende all'organizzazione di uno degli eventi storico rievocativi più sentiti dalla cittadinanza, vale a dire la regata dove ogni anno l'equipaggio del galeone locale si misura contro Venezia, Genova e Amalfi. E proprio in chiave storica la gara viene preceduta da una sfilata dove hanno largo spazio le damigelle e la figura di Kinzica de Sismondi, una giovane che, secondo le cronache, salvò Pisa da una invasione saracena. Già, ma chi saranno le damigelle e la Kinzica? Ragazze sotto i trenta anni, di bella presenza, alte almeno un metro e 65, recita il bando e qui si apre la voragine delle polemiche: giusto chiedere ragazze quantomeno carine per un corteo dove Pisa si fa notare a livello nazionale o sbagliato discriminare in partenza per l'aspetto fisico e l'età? Meglio privilegiare la bellezza e il portamento o la cultura e l'attaccamento alla tradizione? In queste ore sono in molti a scagliarsi contro i criteri di selezione, definiti discriminatori, ma sono tanti anche quelli che li difendono: secondo la storia - dicono - Kinzica dei Sismondi era una ragazza giovane e avvenente, dunque così va rappresentata. La questione è finita sul tavolo del Sindaco e nelle prossime ore è probabile che ci sia un aggiustamento, almeno forse per i criteri di scelta delle damigelle.

Nessun commento:

Posta un commento