BENGALESE UCCISO, PER FAMIGLIA VITALIZIO DI 2MILA EURO

La famiglia di Zakir Hossein, il 35enne bengalese ucciso a Pisa da un tunisino, identificato come omicida ma fuggito nel suo paese, percepirà un sussidio da parte dell'Inail di 2mila euro a mese perché l'episodio ( una aggressione in strada ) è stato configurato come morte dovuta allo spostamento da e verso il luogo di lavoro. Zakir, che lavorava in un ristorante di Pisa, fu colpito in faccia con un pugno: la moglie avrà un vitalizio del 50% della somma come superstite, il resto andrà ai figli fino al compimento della maggiore età o del percorso di studi.

Nessun commento:

Posta un commento