TRIPLA PROTESTA A PISA

Un classico venerdì di proteste a Pisa: ad aprire le danze ci hanno pensato i dipendenti comunali arrivati addirittura ad occupare simbolicamente gli uffici della segreteria del Sindaco per protestare - dicono i sindacati - contro un ammanco di 400mila euro sul fondo del salario accessorio.

Comune finito nel mirino anche dei bancarellai che, dopo il trasferimento in Piazza Manin causa lavori al Museo delle Sinopie, chiedono garanzie sul futuro e stamani hanno venduto oggetti in Piazza dei Miracoli su banchi di cartone. I lavori al Museo si chiuderanno infatti a febbraio e, per quella data, i commercianti vorrebbero tornare sotto la Torre Pendente.

Altra protesta di stamani in un quartiere periferico, quello di Putignano, con un nutrito gruppo di residenti che dichiara di non sentirsi più sicuro e reclama maggiore attenzione da parte di Palazzo Gambacorti e dalle forze dell'ordine.


 

Nessun commento:

Posta un commento